Ampliare il proprio business grazie alla geolocalizzazione

Ampliare il proprio business grazie alla geolocalizzazione

Geolocalizzazione

Se fino a pochi anni fa la geolocalizzazione ci sembrava una tecnologia da astronauti, ora il geotag è diventato un must have da abbinare alle proprie immagini, post o storie.

Soprattutto nei social network sta conquistando ogni post. Luoghi visitati, ristoranti in cui si è cenato, negozi dove si è acquistato, consentono di far conoscere ai propri followers o amici la propria posizione per suggerire, informare e incuriosire, creando una grande rete di interazione che si spinge oltre il proprio bacino di seguaci.

logo-foursquare

Il primo social network che ha saputo utilizzare e valorizzare la geolocalizzazione, è stato sicuramente Foursquare che sfruttando la connessione GPS dei cellulari, consentiva e consente agli utenti di dire in che luogo d’interesse, ristorante o negozio si trovano tramite il “check-in”. Oltre ad offrire un aspetto ludico all’utente, Foursquare consente all’azienda di offrire sconti e vantaggi a chiunque effettui un check-in presso la propria sede.

Questa pratica si è diffusa grazie al numero sempre più alto di smartphone dotati di tecnologia GPS, tanto che anche gli altri social networks come Facebook, Twitter e Instagram, hanno saputo integrarla all’interno delle loro features, creando un circolo capace di coinvolgere milioni di persone.

Ogni social ha saputo sfruttare in modo differente le potenzialità di questo strumento aumentando il proprio bacino di utenti, ma la vera rivoluzione è stata per le aziende. La possibilità di geolocalizzarsi e attivare un geotag presso i social networks e i servizi di mappe e localizzazioni come Google Maps o MyBusiness, ha consentito alle aziende di concepire in modo totalmente differente la propria immagine, il rapporto con il cliente e di conseguenza la propria strategia di marketing.

Dimmi dove sei e ti dirò cosa ti circonda

Google Maps SMDL

Spesso quando ci geolocalizziamo o cerchiamo un determinato luogo ci appaiono pubblicità che ci segnalano offerte, vantaggi o sconti di qualche azienda o attività in zona o semplicemente la loro presenza sul territorio. Seguono di solito post sponsorizzati che rimandano ai luoghi simili cercati o alle attività connesse al luogo della previa geolocalizzazione.

I dati derivati dai geotag rappresentano infatti sempre più una moneta che acquisisce valore sia per i consumatori, sia per il brand. All’azienda consentono di rafforzare la propria presenza sul territorio e di ottenere informazioni (interessi e abitudini degli utenti) utili a implementare e raffinare il proprio target di destinazione; all’utente invece la possibilità di essere informato su sconti, vantaggi o semplicemente la presenza di attività nella zona di ricerca interessata.

I LBS (location-based services) offrono all’azienda che ha la capacità di integrarli all’interno di uno studiato piano di social media marketing, l’opportunità di definire e ottimizzare le azioni di marketing e di vendita in base anche alle altre attività concorrenti o meno presenti sullo stesso territorio. Ne deriverà un aumento delle possibilità di avere contatti, ma anche consumatori soddisfatti, che non esiteranno a lasciare un feedback positivo, ritornare e magari pubblicizzare i servizi offerti sulle proprie pagine social.

La geolocalizzazione però offre anche un aiuto in un altro ambito fondamentale dell’azienda: la gestione dei clienti.

Può sembrare uno sfizio inutile, ma sono numerosi i vantaggi che la geolocalizzazione di clienti e fornitori può portare all’azienda:

  • Visualizzare la provenienza dei propri affari e contatti;
  • Visualizzare le aree geografiche coperte dalla propria attività e dai propri contatti;
  • Conoscere la provenienza dei prodotti che si acquistano;
  • Conoscere la distanza che separa l’azienda dal cliente o dal fornitore, utile per calcolare eventuali costi di trasferta da addebitare o rimborsare;
  • Pianificare in modo efficiente, in base alla localizzazione, le visite ai clienti o fornitori;
  • Validazione dell’anagrafica grazie al geocoding.

Tramite la semplicità di pochi click è quindi possibile avere una visione d’insieme della situazione clienti e definire in base alla loro posizione le proprie prossime o future azioni per ottimizzarne la gestione, sia in termini di efficienza che di tempo.

I vantaggi della geolocalizzazione sono tanti e in continua crescita, non a caso Google ed Apple stanno investendo sempre più su tutto ciò che è legato alle mappe e ai servizi offerti alle imprese locali.

BP Sistema conosce e resta sempre aggiornata sulle novità e le esigenze del mondo aziendale e proprio per questo, ha deciso di dotare il proprio software web dedicato alle aziende di servizi, MayAPP, di un sistema di geolocalizzazione. Quali sono i pro di aver aggiunto questo sistema?

  • Clienti e collaboratori, al momento della codifica, vengono geolocalizzatiSchermata_home_appMayAPP
  • La geolocalizzazione dei clienti e dei consulenti, grazie alla integrazione con Google Maps, consente un calcolo dei km 
  • di trasferta il più preciso possibile
  • Ottimizza il calcolo delle spese di trasferta
  • Tramite l’app dedicata, cliccando sulla sede del cliente, è possibile attivare uno dei sistemi di navigazione presenti nel proprio smartphone per essere guidati alla stessa
  • .altre novità in arrivo nelle prossime release.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *