Glossario dei siti web: 15 termini per affrontare il web design

Glossario dei siti web: 15 termini per affrontare il web design

web design cloud 2

Stai pensando di creare il tuo sito o rinnovare quello già esistente ma non sei pratico delle terminologie del settore? In questo articolo troverai un piccolo glossario dei siti web, con le parole più usate.

Due buone motivazioni:

Avere un’idea generale di come un sito web è strutturato, e conoscere alcune terminologie essenziali, facilita la comunicazione tra te e l’esperto che si occuperà della redazione del sito, tutto ciò potrà contribuire ad un risultato finale migliore.

Sapere di cosa stai parlando ti aiuta ad avere le idee più chiare su ciò che desideri che il tuo sito web trasmetta e, anche questa, è una chiave per un buon risultato finale

1. Banner

Significa letteralmente ‘bandiera’ ed una delle forme pubblicitarie più diffuse su internet: è un messaggio promozionale a striscia che occupa un regione della pagina appena aperta. È da ricordare che l’uso eccessivo di Banner pubblicitari, che occupano parti o l’intera schermata, infastidisce l’utente e lo spinge ad abbandonare il sito. Allo stesso modo, Banner di pubblicità con contenuti che non c’entrano nulla con quelli della pagina visitata, oltre ad essere del tutto inefficaci, (poiché non rispecchiano quello che l’utente stava cercando) sono altrettanto dannosi.

2. Blog

Termine utilizzato per definire tutti quei siti o pagine di siti che contengono un flusso continuo di notizie. Hanno di solito una strutturazione a diario: una sequenza di articoli in ordine cronologico inverso (dal più recente al più lontano nel tempo) con collegamenti ad altri siti o commenti degli utenti. I blog possono trattare degli argomenti più svariati, il blog di BP sistema, ad esempio, tratta di informatica e di piccole soluzioni a problemi in questo ambito.

Se vuoi puoi visitare il nostro Blog a questo indirizzo: Blog di BP Sistema

3. Tagtag e categorie

Vengono spesso confusi con le categorie, la differenza sotanziale è che i Tag possono essere identificati come le parole chiave dell’argomento trattato. Per esempio, all’interno di questo articolo, i tag potrebbero essere tutte e 15 le parole spiegate (banner, blog, responsive, layout, ecc.). Buona norma è pensare se utilizzeremo il tag almeno un’altra volta nei mesi successivi, se pensiamo di farlo allora creiamo un tag, altrimenti è meglio non crearlo ed utilizzare dei tag già presenti.

4. Categorie

 Al contrario dei Tag (con cui vengono spesso confuse) sono macro descrittori degli argomenti di più post: le categorie servono a raggruppare, ad esempio, una serie di articoli sotto un’unica voce. La categoria di questo articolo potrebbe essere “web”, all’interno di questa categoria ci saranno tutti gli articoli che parlano del web. Potremmo immaginare le categorie come il titolo di una cartella, mentre i Tag come gli argomenti di ciascun file contenuto nella cartella.

5. Contact form (o form)

Significa “modulo di contatto” ed è semplicemente una sezione, un modulo appunto, per contattare via e-mail il proprietario della pagina, avere un Contact form visibile e ben strutturato aiuta a mettere in contatto l’azienda con i potenziali clienti che visitano il sito web.

6. Favicon

Contrazione di ‘fovourite icon’; è l’icona (piccola immagine) associata al sito web che compare a sinistra nel tab prima del titolo della pagina, ovviamente nei siti che ne sono provvisti, e di solito è una versione semplificata del logo.

favicon
C’è da dire che non si tratta di una componente puramente estetica: la favicon consente all’utente di riconoscere il sito web con maggiore immediatezza, soprattutto quando si ha un elenco dei preferiti molto vasto o numerose tab aperte, e conferisce al sito una aspetto più personalizzato e professionale.

7. Font

Anche se letteralmente è traducibile come “carattere” è più correttamente la totalità dei caratteri di un alfabeto, strutturati secondo una certa coerenza grafica. “Times new Roman” e “Comic sans” sono un esempio di Font. Si possono dividere in due grandi famiglie: serif e sans serif, due termini francesi che significano “con grazie” e “senza grazie”. Le grazie sono segmenti ornamentali presenti o meno nel disegno di una lettera.serif e sans serif

8. Landing page

È la “pagina di atterraggio” a cui il visitatore arriva dopo aver cliccato su un link o su una pubblicità. La Landing page ha lo scopo di approfondirne il contenuto per fornire informazioni utili o condurre l’utente ad un’azione che può essere ad esempio quella di compilare un modulo per lasciare i propri dati.

9. Layout

È l’organizzazione e la disposizione degli oggetti e degli elementi visivi in un determinato spazio, in questo caso, il sito, al fine di presentarli e strutturarli in modo da comunicare un determinato messaggio. Il Layout comprende cioè tutte le caratteristiche grafiche ed estetiche del sito e dello stile di impaginazione. Per elaborare un Layout si parte solitamente da un Wireframe, cioè da una bozza della disposizione che i vari elementi avranno all’interno del sito.

10. Permalink

Normalmente un link identifica ciascuna pagina con dei codici numerici che variano qualora alla pagina vengano apportate delle modifiche. La caratteristica principale di un Permalink, contrazione di “permanent link”, è quella di rimanere invariato indipendentemente dalle variazioni della pagina cui si riferisce (da qui l’accezione “permanente”), caratteristica che si pone a risolvere la volatilità di alcuni tipi di pagine web che cambiano spesso indirizzo e contenuto.

permalinkAltra sua importante funzione è che l’indirizzo permanente può essere nominato con un titolo logico, che aiuta l’utente a capire dove si trova durante la navigazione. Ha cioè la funzione di link personalizzato, detto link parlante. Inserire permalink che colleghino, ad esempio, le varie sezioni del menù alle pagine corrispondenti contribuisce anche dal punto di vista SEO (per sapere cos’è la SEO vedi sotto).

11. Plug in

È un programma non autonomo che serve ad estendere le funzionalità originarie di un altro programma, spesso utilizzati su cms (sistema di gestione dei contenuti) come WordPress e altri.

12. Responsive

Un sito web responsive è un sito “intelligente” che cambia cioè il proprio aspetto a seconda del dispositivo dal quale è visualizzato (desktop, tablet, smartphone), dell’orientamento dello schermo e della risoluzione. Il cambio di “aspetto” serve per far visualizzare sempre correttamente e nel miglior modo possibile il sito internet, senza bisogno di zoomare ripetutamente.
Dare vita a siti web di questo tipo ha creato vere e proprie attività di responsive web design che solitamente si basano su una caratteristica chiamata Media Query che permette di adattare, aggiungere o nascondere elementi differenti a seconda della dimensione del monitor. Per esempio i menù che si compattano nelle versioni mobile, ecc.

13. SEO

È l’acronimo di “Search Engine Optimisation”. Con SEO si intendono cioè tutte quelle attività volte al miglioramento della rilevazione e indicizzazione del sito da parte del motore di ricerca (ad esempio Google) per avere un buon posizionamento sulla pagina di ricerca che compare quando l’utente digita la nostra parola chiave o il nome del nostro sito.

14. Slider

O “carousel” è una fascia orizzontale che contiene delle immagini o fotografie che scorrono automaticamente, è un ottimo modo per attirare l’attenzione del lettore per il suo forte impatto visivo. È particolarmente efficace in siti che puntano sulle caratteristiche estetiche dei prodotti o della location come siti di abbigliamento, design, food, bar e ristoranti, giardinaggio ecc.

15. Template

Deriva dall’inglese e significa “sagoma”, è una struttura di base generica da cui poi verrà sviluppato il sito. Un Template è fondamentalmente un Layout o insieme di layout standard che definiscono quindi i vari contenuti che andranno a comporre il sito stesso come sezioni, banner, slider, ecc. ed il loro aspetto grafico. È importante adattare il template originario per renderlo unico e personalizzato per la tua attività.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *