Sfatiamo un mito: i prodotti Apple non vengono infettati da Virus

Sfatiamo un mito: i prodotti Apple non vengono infettati da Virus

password-222331_960_720

È incredibilmente diffusa la credenza che i prodotti Apple, grazie all’utilizzo del sistema operativo iOS, non siano soggetti all’attacco di Malware e Virus.

Apple infatti ha sempre usato la sicurezza e la protezione garantita da un sistema operativo chiuso come iOS come baluardo e come orgoglio aziendale.

Alcune constatazioni

Sicuramente il fatto che sui dispositivi Apple non possano essere scaricate Applicazioni esterne all’Apple Store e non siano installabili programmi che non siano approvati da Apple, permette all’azienda di avere un maggiore controllo su contenuti dannosi che potrebbero introdursi nel sistema.

Altra verità è che ad oggi i sistemi operativi più diffusi sono Windows e Android e che per questo i Virus Writers, cioè gli sviluppatori di virus, preferiscono sviluppare malware adatti a bypassare le difese di questi due sistemi, per avere un raggio d’azione più vasto.

E alcuni dati di fatto

Ciò che abbiamo detto tuttavia, non basta certo per affermare che iOS è esente dal rischio virus: questa credenza è già crollata (e con molto fragore mediatico) qualche anno fa, quando un malware chiamato Flashback password-222331_960_720aveva messo fuori uso 600 mila Mac Apple sfruttando una debolezza di Java.

C’è da dire che in quel caso, la stessa debolezza era già stata individuata dai tecnici di Oracle che avevano sviluppato un aggiornamento del sistema che avrebbe potuto prevenire i danni, ma che Apple si era rifiutata di adottare.

Microsoft al contrario, ha sempre dimostrato di essere sempre al passo con le nuove tipologie di attacco informatico, sviluppando continuamente aggiornamenti del sistema per tappare eventuali falle della sicurezza, contemporaneamente Apple è stata accusata di reagire in modo lento agli attacchi ad iOS, lentezza che aveva appunto provocato l’infezione e di migliaia dei suoi computer. (C’è comunque da tenere conto che, nonostante gli sforzi concreti di Microsoft di sviluppare continuamente nuovi aggiornamenti che tutelino la sicurezza, i suoi sistemi operativi restano tuttora i più bypassati).

In aggiunta, nel 2015 era stata diffusa da più fonti una lista di applicazioni dell’Apple Store che sembravano essere responsabili dell’infezione che stava colpendo migliaia di iPhone e che con dei finti alert otteneva password personali e dati sensibili.
Insomma, il mito che iOS non prede virus è sfatato già da tempo, tanto che Apple ha dovuto togliere dal suo sito ufficiale la descrizione “sicuro fin da subito” per descrivere il suo sistema operativo.
Quindi sia che utilizziate una versione di Windows, di Andorid o di iOS le regole per stare all’erta da attacchi informatici sono sempre le stesse:

  1. Installate un buona suite di sicurezza comprensiva di firewall e antivirus;
  2. Aggiornate continuamente Sistemi ed Applicazioni quando la nuova versione è disponibile;
  3. State attenti ai form che richiedono dati personali e dati sensibili;
  4. Cambiate periodicamente le password;
  5. Controllate oggetti e mittenti sospetti delle mail, evitando di aprirle qualora lo fossero.

Speriamo di esservi stati utili e se vi interessa sapere qualcos’altro su un brand tanto conosciuto come quello Apple potete dare un’occhiata al nostro articolo: “La forza del brand Apple: perché confondiamo iPad e Tablet.”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *